Nickname: Password: Memo

Hai dimenticato i tuoi dati? Ricevili via email.

Email:

Se non hai l'accesso... PUOI REGISTRARTI QUI



GRAND TOUR
di William Raffaeli, Majda Tellini, Carlo Annarelli, Raffaella Ridolfi, Guido Casalini, Andrea Pacini (ARPANet)

ACROBAT PDF
APN 88-7426-916-8
pp. 20, 154 Kb
Prezzo di copertina: 2.50

Porta nel carrello




Abbiamo voluto raccogliere queste poesie sotto un titolo evocativo, “Grand Tour”. Esse infatti restituiscono le sensazioni dei poeti nei molteplici luoghi di “questo Territorio sconsiderato e denso”. Un filone che le percorre ed accomuna e che trasporta il lettore in un viaggio fantastico attraverso un mondo dalle mille sfumature.
William Raffaeli esprime con la più innata naturalezza “l’inquietudine metafisica” della sconsiderata immensità dell’Universo in cui siamo immersi.
In “Venezia e moli dipinti”, di Andrea Pacini, la città lagunare è vista alla luce del “fascino del tramonto” che illumina il cuore e la mente del Poeta.
I versi di Majda Tellini trasportano invece il lettore sulle candide coste della Sardegna, là dove il cielo si confonde col mare a formare un tutt'uno senza confini.
“Nel buio di una magica notte” si agitano i pensieri di Carlo Annarelli, svicolano fra borghi, piazze, lampioni alla “ricerca di contatto infinito”.
Terra materna è per lui la Francia, terra affettuosa che ha l’odore del nettare divino, dell’amore e della fratellanza.
Con immagini di intenso realismo descrive una Venezia che sbadiglia sul far del mattino, mentre la notte cala sul lago d’Orta e rari passanti calpestano le “assi sconnesse del molo”.
Raffaella Ridolfi si cala nella piazza di Tolosa e scatta un’istantanea fugace, volando poi con sguardo disilluso sulle onde del Mediterraneo.
Le rime di Guido Casalini ripercorrono i luoghi della sua vita: l’amore sospirato sulle rive dell’Arno, il silenzio della mezzanotte bergamasca, le note concitate nella piazza di Siena, la leopardiana Recanati, i verdi paesaggi della Brianza, la Sicilia tradizionale.


ESTRATTO

<<Aspre le rocce della tua isola
si ergeranno alte
e, dal burrascoso mare
difenderanno il tuo grembo
ma,
nascosta a valle
fra gl’inguini
della terra che declina
sarà la tua spiaggia,
che di un calmo mare
accoglierà la risacca>>



Ritorna al catalogo Poesia



CARRELLO

Il tuo carrello è vuoto...







TORNA ALLA HOME PAGE