Nickname: Password: Memo

Hai dimenticato i tuoi dati? Ricevili via email.

Email:

Se non hai l'accesso... PUOI REGISTRARTI QUI



A DISTANZA DI SOGNI
di Pietro Caturano (ARPANet)

ACROBAT PDF
APN 88-7426-938-8
pp. 19, 163 Kb
Prezzo di copertina: 2.50

Porta nel carrello




Un uomo solo in un’asettica camera d’ospedale che lo ospita ormai da un mese. La sua ferma volontà di resistere, di sconfiggere un virus sconosciuto e di allontanare il momento della fine. I compagni di stanza e la dottoressa Aster, forse l’unica cui resti un briciolo di umanità, sono gli attenti e curiosi testimoni della vicenda, travolti da un fiume in piena di parole, dalle intime riflessioni di quest’anima inquieta che trovano ora libero sfogo. L’uomo narra gli ultimi giorni della sua vita “normale”, prima del ricovero. Una lunga ed appassionata confessione che lascia gli interlocutori col fiato sospeso e li trasporta altrove, li fa sognare e al momento stesso li fa finalmente vivere, di quella vita che sembra essersi in loro ormai spenta, sepolta sotto la coltre di indifferenza che li circonda.


ESTRATTO

<<In verità, anche se privo di abnegazione cristiana, non volevo considerarmi in un vicolo cieco. Mi sentivo semmai un ostaggio in attesa, e per questo spiavo di soppiatto le ultime risorse di scampo che mi restavano. Sapevo che sarebbero venuti a prendermi di lì a poco, ma avrei messo la mia vita al prezzo del loro sudore. Avrei perso, ma era bello, almeno nel frattempo, cercare di differire con qualsiasi marchingegno, trasformando così il mio eventuale incontro con la fine in una succosa scherma d’amore: le stesse moine e i leggeri distacchi, le astuzie e le fiacchezze di occhi fanciulleschi ed inebetiti dal siero amoroso, prima della decisiva capitolazione nel buio. Così non c’era momento del giorno o della notte che non sentissi, anche se solo per qualche istante, la versatile e ubiqua presenza della morte.>>



Ritorna al catalogo Narrativa



CARRELLO

Il tuo carrello è vuoto...







TORNA ALLA HOME PAGE